Perché l'acciaio inossidabile si corrode?

Come sappiamo tutti, acciaio inossidabile ha la capacità di resistere all'ossidazione atmosferica, cioè non arrugginisce, ma si corrode anche nel mezzo come acido, alcali e sale, cioè resistenza alla corrosione. Tuttavia, la resistenza alla corrosione dell'acciaio inossidabile è condizionale, cioè l'acciaio inossidabile in un determinato mezzo è resistente alla corrosione, ma in un altro mezzo può essere distrutto. Di conseguenza, nessuno dell'acciaio inossidabile è resistente alla corrosione in tutti gli ambienti.

L'acciaio inossidabile può fornire un'eccellente resistenza alla corrosione in vari settori, in senso stretto, mostrano un'eccellente resistenza alla corrosione nella maggior parte dei mezzi, ma è eccezionale in alcuni mezzi a causa della bassa stabilità chimica e della corrosione. Pertanto, l'acciaio inossidabile non può essere resistente alla corrosione per tutti i mezzi tranne i guasti meccanici. La corrosione di acciaio inossidabile si manifesta principalmente come una forma grave di corrosione dell'acciaio inossidabile è la corrosione locale (cioè, rottura da tensocorrosione, vaiolatura, corrosione intergranulare, fatica da corrosione e corrosione interstiziale). Questa corrosione locale causa quasi la metà del guasto. Per capire perché l'acciaio inossidabile si corrode, dobbiamo prima capire il tipo di corrosione dell'acciaio inossidabile.

 

Cracking per corrosione da stress (SCC)

Lo stress corrosione cracking (SCC) è il cedimento dell'acciaio inossidabile sottoposto a stress in un ambiente corrosivo a causa dell'espansione del grano forte. SCC ha una morfologia di frattura fragile e può verificarsi in materiali con elevata tenacità in presenza di sollecitazioni di trazione (che siano sollecitazioni residue, sollecitazioni applicate o entrambe) e fluidi corrosivi. Nel microtermine, fessurazione attraverso il grano chiamato fessura transgranulare e le fessure lungo il grafico di espansione del bordo del grano chiamato fessura intergranulare, quando la SCC si estendeva a una profondità (sollecitazione di carico sulla sezione dei materiali per raggiungere la sua sollecitazione di frattura) nel aria, acciaio inossidabile come una normale fessura (in materiale duttile, di solito attraverso l'aggregazione di difetti microscopici) e disconnessione.

Pertanto, la sezione di una parte che si è guastata a causa di tensocorrosione conterrà aree caratterizzate da tensocorrosione e aree "fossette" associate alla polimerizzazione che è stata leggermente difettosa.

 

Corrosione per vaiolatura

La corrosione per vaiolatura si riferisce alla leggera corrosione locale più non corrosiva o diffusa sulla superficie dei materiali metallici. La dimensione del punto di vaiolatura comune è inferiore a 1.00 mm e la profondità è spesso maggiore dell'apertura della superficie, che può essere una fossa di vaiolatura poco profonda o una perforazione.

 

Corrosione intergranulare

Corrosione intergranulare: dislocazione disordinata dei grani al confine tra grani diversi e, quindi, una zona favorevole per la segregazione degli elementi soluti o la precipitazione di composti metallici come i carburi e le fasi δ negli acciai. Pertanto, in alcuni mezzi corrosivi, è comune che i bordi dei grani possano essere corrosi per primi e la maggior parte dei metalli e delle leghe possono presentare corrosione intergranulare in determinati mezzi corrosivi.

 

Corrosione nelle fessure

La corrosione delle fessure si riferisce al verificarsi di corrosione a chiazze nelle fessure delle parti in acciaio inossidabile, che è una sorta di corrosione locale. Può verificarsi nelle fessure di ristagno della soluzione o nella superficie schermante. Tali spazi possono formarsi in corrispondenza di giunzioni metallo-metallo o metallo-non-metallo, per esempio, in corrispondenza di rivetti, bulloni, guarnizioni, sedi di valvole e depositi superficiali allentati.

 

Corrosione generale

Corrosione uniforme sulla superficie dell'acciaio inossidabile. Gli acciai inossidabili possono presentare una corrosione generale in acidi e basi forti. Quando si verifica una corrosione generale, gli acciai inossidabili si assottigliano gradualmente e addirittura cedono, il che non è molto preoccupante perché tale corrosione può essere solitamente prevista da un semplice test di immersione. Si può dire che l'acciaio inossidabile si riferisce alla resistenza alla corrosione dell'acciaio nell'atmosfera e al mezzo di corrosione debole, il tasso di corrosione è inferiore a 0.01 mm / anno, ovvero "resistenza completamente alla corrosione"; Gli acciai inossidabili con tassi di corrosione inferiori a 0.1 mm / anno sono considerati "resistenti alla corrosione".

 

0 risposte

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *